Il Club degli Autori - Concorsi Letterari - Montedit - Consigli Editoriali - Il Club dei Poeti
Home   Chi siamo   Catalogo   Le nostre Collane   Per pubblicare   Per acquistare   Contatti
 
   
 
     

Pierre Jacob Tal Coat: la poesia pittorica del vuoto

Simona Leone

 
 
Titolo:Pierre Jacob Tal Coat: la poesia pittorica del vuoto
Autore:Simona Leone
Anno:2020
Collana:Collana "Koiné" - I libri di Religione, Filosofia, Sociologia, Psicologia, Esoterismo
Dimensioni:12x17
Pagine:36
Prezzo:Euro 7,50
ISBN:9788831336949
 
Acquista questo libro direttamente da Montedit:

Acquista questo libro direttamente online da IBS


Oppure scopri la Libreria piu' vicina a casa tua

 
Descrizione: 

Il panorama artistico francese degli anni Trenta è dominato da una sequela di tendenze che giocano tra la forma, il colore, e la trascendenza delle geometrie pure. Questa è la nota dominante nel contesto parigino, ma allontanandoci dalla metropoli si possono scorgere artisti che meritano attenzione e riconoscimento per la loro individualità artistica, per la loro solitaria ma proficua ricerca di un Sé che difficilmente può essere categorizzato negli anacronistici termini della ricerca storico-artistica tradizionale.
Una figura ingiustamente sconosciuta, in modo particolare in Italia, è quella del pittore bretone Pierre Jacob “Tal Coat”, che fa parte di quei movimenti silenziosi e sotterranei della storia dell’arte che devono essere raccontanti, non tanto dalle storiografiche schematizzazioni interpretative, ma dalla sensibilità artistica dei filosofi e dei poeti.
Una figura quella di Pierre Jacob alquanto poliedrica: pittore, scultore e poeta, che sempre ha mantenuto un’individualità in continua metamorfosi, e che forse per questo suo anamorfismo ben poco si presta ad una trattazione lineare. Saranno le sue stesse opere, il suo componimento poetico, la lettura del filosofo Henri Maldiney e la poetica di André du Bouchet a raccontare l’uomo e l’artista nel modo più esplicito possibile a cui si può ricorrere per parlare di arte, o meglio, del mistero della sua arte, tanto umana quanto antica come la cultura bretone di cui è permeata, e tanto rarefatta ed evanescente quanto i suoi gesti grafici, rapsodici e incisivi.
Ma incominciamo a tracciare la storia dell’uomo creatore e vedremo in lui l’artista.

  d  
 
Clicca qui se desideri pubblicare il tuo libro nel cassetto
Montedit piazza Codeleoncini 12 - Casella Postale Aperta - 20077 Melegnano (MI)